Le novità introdotte dal Regolamento Europeo sulla privacy (GDPR 2016/679)

Il 24 maggio 2016 è entrato in vigore il Regolamento europeo sulla privacy (GDPR 679/2016), che andrà a sostituire l’attuale Codice Privacy (D.Lgs. 196/2003).

Il Regolamento è direttamente applicabile in tutti gli Stati dell’Unione Europea: non sarà necessario prevedere una normativa interna di recepimento degli obblighi previsti a livello comunitario e vi sarà uniformità degli adempimenti.

La scadenza ultima in cui tutte le Strutture, pubbliche e private, dovranno essere perfettamente allineate con quanto previsto dal GDPR è il 24 maggio 2018; è quindi necessario cominciare la transizione fin dai primi mesi del 2017, per garantirVi la corretta armonizzazione e integrazione con la Vostra realtà aziendale.

Tra le tante novità introdotte dal regolamento ne citiamo 3:

  • Il principio fondamentale della privacy by design richiede ad ogni struttura di valutare l’impatto che ogni attività può avere sui dati trattati così da impostare, sin dall’origine, delle procedure rispettose dei diritti degli interessati. Si passa quindi ad un concetto di privacy più dinamico, slegato dalla carta – che resta il punto di partenza – in quanto orientato alla valutazione dei processi aziendali.
  • Viene poi introdotta una nuova figura, il Data Protection Officer (DPO), il Responsabile della protezione dei dati, figura specializzata nella gestione delle tematiche attinenti alla privacy, la cui nomina è obbligatoria in presenza di alcune specifiche caratteristiche quantitative e qualitative.
  • Torna ad essere obbligatoria la formazione dei collaboratori che trattano i dati, unico strumento che permette al Titolare di dimostrare di aver impartito le istruzioni corrette sul trattamento dei dati.

Per conoscere le ulteriori novità introdotte dal Regolamento europeo, per richiedere una consulenza o chiarire eventuali dubbi non esitate a contattarci

Roberto.pugliese@besantsrl.it