Certificazioni nel settore agroalimentare

Global GAP

É un protocollo che definisce le buone pratiche agricole, relative agli elementi essenziali per lo sviluppo delle best practice applicabili ad aziende agricole, coltivazioni e prodotti della terra, allevamenti.
Il protocollo è stato creato dall’Eurep e risponde alle crescenti esigenze di sicurezza alimentare e di rispetto dell’ambiente, salute degli animali e salute e sicurezza dei lavoratori.

DESTINATARI: aziende agricole

VANTAGGI: La possibilità di rispondere alle richieste provenienti dai clienti europei, in maniera particolare dai maggiori gruppi della distribuzione europea.
L’integrazione e le sinergie con le regole della Produzione Integrata (obbligatoria per tutti dal 2014) e con la Politica Agricola Comunitaria ed i Piani di Sviluppo Rurale (greening), i quali finanziano al 100% la suddetta certificazione con la misura regionale 3.1, conferendo all’azienda maggiori punti per poter partecipare a bandi comunitari per l’ottenimento di finanziamenti.

ISO 22005

É la certificazione di rintracciabilità della filiera agroalimentare, che garantisce e documenta la rintracciabilità del prodotto lungo tutte le fasi della sua elaborazione, coinvolgendo quindi tutti i soggetti della filiera.

DESTINATARI: aziende agricole, allevamenti, aziende agroalimentari.

VANTAGGI: Rappresenta un’ulteriore garanzia per l’acquirente, poiché gli si offre un prodotto alimentare con un processo gestito e controllato fin dall’origine e lungo tutta la filiera, con la possibilità di adottare il marchio QC dell’Emilia Romagna, in associazione alla Produzione Integrata certificata, valorizzando il territorio di produzione e con l’adesione alla misura 3.1 dei PSR, ottenendo finanziamenti fino al 100% sui costi di certificazione.

ISO 22000

É una norma certificativa volontaria per la gestione della sicurezza in campo alimentare, fornendo uno strumento per sviluppare il metodo HACCP in tutto il sistema produttivo del settore alimentare.

DESTINATARI: aziende agricole, mangimifici, allevamenti, aziende agroalimentari, supermercati, rivenditori al dettaglio ed all’ingrosso, mense pubbliche,aziende di trasporto, produttori di packaging e macchinari alimentari, aziende fornitrici di prodotti per la pulizia e sanificazione, produttori di servizi.

VANTAGGI: compatibilità con la norma ISO 9001:2015 ed altri modelli gestionali simili (ISO 14000), integrazione col modello HACCP, soddisfazione di tutte le parti interessate quali autorità preposte al controllo dei requisiti di legge, consumatore, intermediari commerciali e possibilità di partecipare ai bandi pubblici.

BRC e IFS

Sono degli Standard europei nati in Inghilterra (BRC) e Germania (IFS), ma diffusi oggi in tutto il mondo, in quanto adottati dal GFSI. Vengono adottati dalle aziende alimentari che riforniscono la GDO ed hanno l’obbligo di allineare i loro sistemi con questi standard. Inoltre entrambi gli standard comprendono anche la FOOD DEFENCE, come richiesto della FDA americana (export verso gli USA).

DESTINATARI: aziende alimentari di trasformazione e confezionamento.

VANTAGGI: permette ai fornitori di rendere conto sul loro status ai clienti (GDO) che riconoscono lo standard, il quale copre tutte le aree (sicurezza, qualità, legalità, sostenibilità), permette l’ottimizzazione delle sinergie possibili tra questi standard e la ISO 9001 e l’HACCP. Permette la riduzione di verifiche ispettive di seconda parte (da parte dei clienti), con riduzione di costi e rallentamenti dell’attività produttiva.

In che maniera ottenere la certificazione?

Besant fornisce una gamma di servizi per l’ottenimento ed il mantenimento delle certificazioni, avvalendosi di personale altamente competente e qualificato: redige i manuali qualità, con tutte le procedure richieste dagli standard, effettua le verifiche ispettive interne di sistema e la formazione ed addestramento a tutto il personale coinvolto nel sistema produttivo, inoltre offre assistenza in caso di verifiche ispettive di terza parte (da parte degli O.d.C), di seconda parte, delle Autorità pubbliche ispettive ed in caso di incidenti, reclami, ritiri-richiami ed allerte comunitarie da parte dell’EFSA.